sabato 29 febbraio 2020

Il progetto: L'Europa delle Scienze e della Cultura promosso da Borghi d’Europa, patrocinato da ESOF (EuroScience Open Forum)



La rete internazionale Borghi d’Europa promuove, in collaborazione con ESOF (EuroScience Open Forum), il progetto di informazione ’L’Europa della Cultura e della Scienza’, patrocinato dalla IAI (Iniziativa Adriatico Jonica), Forum Intergovernativo per la cooperazione regionale nella regione adriatico jonica.
Tale forum è nato nel 2000, con un accordo sottoscritto ad Ancona da parte dei ministri degli Affari Esteri di sei paesi rivieraschi: Albania, Bosnia-Erzegovina, Croazia, Grecia, Italia e Slovenia.
Al centro della Dichiarazione di Ancona è stata posta la cooperazione regionale quale strumento di promozione della stabilità economica e politica e del processo di integrazione europea.
Ai sei membri originari se ne sono progressivamente aggiunti altri quattro: Serbia e Montenegro (dal 2002 insieme e dal 2006 separatamente), Macedonia del Nord nel 2018 e Repubblica di San Marino nel 2019.
Borghi d’Europa sta sviluppando un piano di incontri ed interviste con i Senior Officials di Iniziativa Adriatico Jonica, al fine di presentare le realtà dei Partner e promuovere una reciproca conoscenza al fine di una proficua collaborazione. In particolare nelle prossime settimane è stato chiesto l’incontro con il Dipartimento Affari Esteri della Repubblica di San Marino, che è entrato a far parte del Forum nel 2019.
L’idea di tale incontro, per proporre una partecipazione attiva di San Marino al progetto di Borghi d’Europa, nasce dalle parole stesse che il Segretario di Stato agli Affari Esteri di San Marino che aveva dichiarato all’Assemblea delle Repubblica, per illustrare le motivazioni che sottendono alla scelta dell’adesione allo IAI: “ San Marino attribuisce molta importanza ai principi della cooperazione, allo scambio di buone pratiche e ai progetti che promuovono la cooperazione interregionale", specificamente quelli nel settore dei trasporti e dell’energia, della cultura e del turismo sostenibile. San Marino - ha continuato - ritiene che l’appartenenza a una determinata area geografica, a una storia e a una cultura condivise rappresenti un plusvalore, perché significa riconoscere le comuni prospettive dell’integrazione e allearsi per la risoluzione delle sfide quotidiane, nazionali o sovranazionali che siano."

Borghi d'Europa dunque, che ha già realizzato delle collaborazioni informative con la Segreteria di Stato per il Turismo, seguite dal giornalista e scrittore Gianluigi Pagano, particolarmente sui temi del patrimonio agroalimentare della Repubblica e sul recupero del treno Bianco-Azzurro e che in questi giorni sta perfezionando un accordo con l’USGI (Unione dei Giornalisti Sanmarinesi), al fine di amplificare la rete di informazione dei progetti europei, si augura una collaborazione con l’antica Repubblica del Titano
G.P.
Associazione Culturale BORGHI d’EUROPA
Piazzale Martesana 6 - Milano / Via Lussemburgo n.42 – Padova - tel.+39 3809081686

Borghi d'Europa in Valle Agredo : Macelleria Rosin

venerdì 28 febbraio 2020

Tofana - Freccia nel Cielo, una terrazza sullo sci mondiale tra sport e gusto in quota, sempre aperta anche in occasione delle finali di Coppa del Mondo



Le finali di Coppa del Mondo che si disputano a Cortina dal 18 al 22 marzo offrono un’occasione in più per godere dello sci mondiale sul palcoscenico delle Tofane. E mentre gli atleti si sfidano fra i tracciati di Olympia e Vertigine, nel comprensorio sciistico Tofana - Freccia nel Cielo le piste sono aperte regolarmente tutto il mese per vivere esperienze di sci e gusto a due passi dal centro di Cortina.
 
Cortina d’Ampezzo (BL), 28 febbraio 2020 - Cortina e il grande sci: un binomio che lega il paesaggio unico delle Dolomiti a piste spettacolari. Nella splendida cornice delle Tofane, da sempre teatro di gare mondiali, si insegue infatti la scia dei campioni: se il prossimo appuntamento con le finali di Coppa del Mondo di sci maschile e femminile coinvolge i fuoriclasse internazionali tra le piste Olympia e Vertigine, riservate alla zona di gara, nella vicina area sciistica Tofana - Freccia nel Cielo si può sciare normalmente solcando anche le discese delle Olimpiadi ’56, per mettersi alla prova con difficoltà tecnica e pendenze da capogiro. Inoltre, dalla panoramica terrazza di Col Druscié si può godere di una vista privilegiata sulle piste dei mondiali, concedendosi una pausa con degustazioni enogastronomiche di qualità.
 
Facilmente raggiungibile dal centro di Cortina con una nuova e moderna cabinovia che consente di trasportare 1800 persone all’ora, l’area sciistica Tofana - Freccia nel Cielo offre una vera e propria terrazza sullo sci mondiale. Poco distante dalla zona in cui hanno luogo le finali di Coppa del Mondo di sci maschile e femminile, in programma dal 18 al 22 marzo, offre infatti la normale apertura degli impianti e delle piste per tutto il mese di marzo e anche durante le giornate di gara. Mentre i big dello sci alpino si sfidano nelle specialità discesa libera, super G, slalom speciale e slalom gigante, tra le piste Olympia, Vertigine e Rumerlo, nell’area Tofana - Freccia nel Cielo è possibile provare la perfetta combinazione fra sport e gusto in quota. Qui infatti, si sviluppano alcune delle piste più importanti per qualità e livello tecnico, protagoniste di sfide che hanno fatto la storia, alcune delle quali recentemente ampliate e rese più adeguate anche alle esigenze delle gare di sci di tipo agonistico. Tra queste meritano un cenno la pista Col Druscié A, conosciuta a livello mondiale dalle Olimpiadi del ‘56, che sarà scenario di gare tecniche come slalom speciali maschile e femminile durante i Mondiali di Sci 2021; la pista Col Druscié B, ampliata a 40 metri e dotata di un nuovo muro che la rende unica nel comprensorio, che sarà dedicata al riscaldamento e agli allenamenti degli atleti. Inoltre, ideale per chi ama il brivido della vertigine, c’è la pista 51 “Forcella Rossa” accessibile da Ra Valles: una nera per esperti, spettacolare dal punto di vista paesaggistico che, lunga 2100 m con un dislivello di 646 m, raggiunge una pendenza massima del 72%.
 
Qui lo sport incontra anche l’enogastronomia, offrendo a sciatori e appassionati della montagna un’esperienza gourmet con vista privilegata su Cortina e sulle Dolomiti. Nei pressi della stazione di Col Druscié (1778 m), raggiungibile in pochi minuti con la nuova cabinovia Tofana - Freccia nel Cielo, il Masi Wine Bar Al Druscié propone un esclusivo abbinamento tra vini pregiati ed eccellenze culinarie venete; mentre al piano superiore, il Ristorante Col Drusciè 1778 si distingue per un menu innovativo che presenta piatti di ispirazione territoriale ma rivisitati con creatività e gusto, da assaporare in una spettacolare terrazza panoramica (anche la sera su prenotazione). Nei pressi della stazione di Ra Valles (2474 m), invece, Capanna Ra Valles propone una delle pizze più alte delle Dolomiti, oltre a qualche piatto tipico e snack gustosi per chi ama una pausa più fugace.

WineHunter Events e Anteprime di Merano WineFestival, per degustare e scoprire l'eccellenza enogastronomica italiana e internazionale



Nel 2020 tornano i WineHunter Events, la serie di appuntamenti che presenta i prodotti vitivinicoli e gastronomici premiati con The WineHunter Award. Seguono, da settembre, le Anteprime di Merano WineFestival che preannunciano la 29^ edizione della manifestazione meranese (6-10 novembre). Un percorso annuale per degustare eccellenze di qualità in scenari di particolare bellezza.
 
Merano, 28 febbraio 2020 – In attesa di calarsi nell'atmosfera unica di Merano WineFestival e la sua 29^ edizionedal 6 al 10 novembre 2020, nell'elegante Kurhaus di Merano, la nuova programmazione degli appuntamenti con il WineHunter Helmuth Köcher si è inaugurata anche quest'anno con il consueto appuntamento Wine&Siena Capolavori del Gusto. Come ormai da tradizione, i WineHunter Events e le Anteprime MWF sono l’occasione per avere un assaggio dei prodotti di selezionata qualità premiati con The WineHunter Award, il riconoscimento ufficiale conferito da Merano WineFestival, e di prepararsi alle novità dell’evento meranese di novembre.
 
Dopo l'evento Wine&Siena Capolavori del Gusto dello scorso 1-3 febbraio, gli appuntamenti enogastronomici dei WineHunter Events si spostano nel cuore di Vienna, a palazzo Hofburg, edificio dal fascino imperiale che ospita WineHunter Wien at VieVinum (6-8 giugno), in occasione della fiera vinicola più rinomata e prestigiosa dell'Austria, la VieVinum. La degustazione di vini e prodotti gastronomici continua poi a Monaco di Baviera presso l'elegante Künstlerhaus München durante WineHunter München Gourmet’s Italia (22 giugno), realizzato in collaborazione con la Camera di Commercio Italo-Tedesca di Monaco di Baviera e giunto ormai alla sua 17^ edizione. La qualità superiore dei prodotti enogastronomici presentati in questi eventi è garantita da The WineHunter Award, il premio annuale di eccellenza e alta qualità conferito dalle commissioni di assaggio di The WineHunter, presiedute e promosse dal “cacciatore di vini” Helmuth Köcher. Da settembre iniziano invece le Anteprime MWF, eventi che si susseguono creando l’aspettativa sulla manifestazione principale, Merano WineFestival, quest’anno in programma dal 6 al 10 novembre con tante novità. Il suggestivo Acquario Romano con la sua grande sala ovale a Roma (12-13 settembre), ospita la conferenza stampa e le eccellenze del panorama enogastronomico italiano selezionate accuratamente da The WineHunter. Segue l'appuntamento all'Ippodromo di Merano (26-27 settembre) in occasione della manifestazione ippica dell’81° Gran Premio Merano Alto Adige, un evento che è ormai un must internazionale e che unisce ippica ed enogastronomia in un contesto di assoluta eleganza. Novità 2020 è l’anteprima a Milano che, durante la Milano Wine Week (3-11 ottobre) vedrà un evento targato Merano WineFestival con focus sulle bollicine. Infine, sempre in Alto Adige, a Lagundo (23 ottobre) nella Thalguterhaus, la moderna sala della cultura, si chiudono gli eventi di anteprima, già pregustando l'atmosfera dell’imminente Merano WineFestival, attraverso vini selezionati dal WineHunter e specialità culinarie proprio di Lagundo.
 
“I WineHunter Events registrano un successo in crescita negli anni, così come lo stesso Merano WineFestival. Attraverso la guida The WineHunter Award, le degustazioni, i convegni, e le masterclass che promuoviamo siamo diventati un punto di riferimento per i produttori e il pubblico esperto che vogliono incontrarsi e conoscere le novità e tendenze, sempre però mantenendo il focus sull’eccellenza”. Così il WineHunter Helmuth Köcher ribadisce il suo impegno e la sua costante passione a far conoscere il meglio dell’enogastronomia nazionale e internazionale secondo il suo motto “Excellence is an attitude”.
 
WINEHUNTER EVENTS E ANTEPRIME MWF
winehunter.it/eventi/

Il Gorgonzola Dop ora tutelato dalla OMPI


Il registro internazionale delle indicazioni geografiche è diventato realtà

Il 26 febbraio è finalmente entrato in vigore l’Atto di Ginevra sulle denominazioni di origine e le indicazioni geografiche della OMPI (Organizzazione Mondiale delle Proprietà Intellettuali).
L'OMPI è un organismo specializzato dell'ONU che mira, attraverso la cooperazione tra gli Stati, a promuovere la protezione della proprietà intellettuale su scala mondiale, soprattutto in questioni di natura transfrontaliera.
Il tanto atteso registro internazionale facilita così la protezione delle IG nelle giurisdizioni estere rafforzando ulteriormente la tutela del Formaggio Gorgonzola.
In una nota di oriGIn, si riporta: "così si aumenta la certezza del diritto nel commercio internazionale per produttori, trasformatori, distributori e consumatori - si legge - a questo proposito, l'entrata in vigore dell'Atto di Ginevra rappresenta un messaggio forte per un commercio aperto e basato su regole". 
Questo passo rappresenta un traguardo che porta a compimento gli sforzi che anche il Consorzio di Tutela del Formaggio Gorgonzola Dop ha da sempre applicato per l’attivazione di questi  riconoscimenti a livello internazionale.



VINNATUR TASTING 2020: I 17 ANNI DELLA FIERA DEI VINI NATURALI





Dal 18 al 20 aprile 2020 torna il grande banco d'assaggio di vini naturali. Appuntamento con pubblico e operatori allo show-room Margraf di Gambellara (Vicenza)

Gli amanti del vino naturale ormai lo sanno: un fine settimana di aprile è riservato a VinNatur Tasting, uno tra i maggiori eventi al mondo dedicati al vino naturale. Per il secondo anno consecutivo la grande fiera organizzata dall’Associazione VinNatur avrà luogo negli spazi dello Show-room Margraf di Gambellara, in provincia di Vicenza. Da sabato 18 a lunedì 20 aprile 2020, dalle 10.00 alle 18.00, oltre 170 produttori porteranno in assaggio i loro vini, che professionisti del settore e appassionati potranno conoscere e approfondire all’interno di un particolare percorso di degustazione. VinNatur Tasting riunisce viticoltori provenienti da diversi paesi europei, uniti nel comune obiettivo di condividere le tecniche e le esperienze utilizzate, sia in vigna che in cantina, per produrre vino in maniera naturale e divulgare così la cultura del terroir. I visitatori avranno la possibilità di dialogare e confrontarsi con i vignaioli presenti ai diversi banchetti e di acquistare i loro vini.
Anche per quest’edizione l’Associazione ha indetto
Immagina il tuo VinNatur Tasting, il concorso creativo indirizzato ad artisti, illustratori e appassionati d’arte con l’obiettivo di trovare l’immagine simbolo della fiera. Ad aggiudicarsi il primo posto è stata Francesca Ballarini, in arte Nina, illustratrice e visual artist la cui opera dal titolo Uva prodigio rende unica la locandina di VinNatur Tasting 2020. La figura di una donna dalla lunga e variopinta chioma si evolve in un tralcio di vite: l’illustrazione è stata premiata per l’originalità, la qualità tecnica e la capacità di comunicare in modo diretto ed emotivamente coinvolgente l’anima della manifestazione.          
Il biglietto d’ingresso giornaliero ha un costo di
25 euro a persona, comprensivo di calice da degustazione, mappa dei produttori e catalogo dell’evento.       
L’intero ricavato dell’evento sarà utilizzato per sostenere i
progetti di ricerca dell’Associazione VinNatur e quelli dell'associazione Progetto Alepé di Suor Tiziana Maule, impegnata nell’assistenza medica e sociale degli abitanti della città di Alépé, in Costa d’Avorio.

UMBRIA TOP - il soggetto che promuove in modo collettivo il vino di qualità umbro in Europa e nel mondo- AFFIDA A ZED_COMM L’UFFICIO STAMPA E LE MEDIA RELATION PER L’ESTERO



Zed_Comm è stata scelta da Umbria Top, la più grande società cooperativa del vino umbro, per la gestione delle attività di ufficio stampa e media relation per l'estero, con focus sui paesi Dach e Olanda, e per Italia a supporto di manifestazione fieristiche ed eventi.

Umbria Top Wines nasce nel 2009, quando per la prima volta la gran parte delle aziende vitivinicole di produzione regionale decidono di costituire un nuovo gruppo, con l’obiettivo di raccontarsi e farsi “assaggiare” dal mondo. Questa società Cooperativa rappresenta produttori differenti tra loro: grandi e storiche aziende che producono oltre 3.000.000 di bottiglie l’anno ma anche realtà che gestiscono pochi ettari di vigna, con produzioni di altissimo pregio e quantità limitate. Attualmente sono 98 le aziende umbre associate.

Ad oggi, Umbria Top prosegue il suo lavoro di valorizzazione del vino umbro e di rafforzamento dell’immagine della regione negli eventi di settore, con la convinzione che sia fondamentale essere presenti sui mercati selezionati in modo costante e coerente. Nel calendario 2020, diversi gli appuntamenti internazionali sotto il concept "Umbria Wine Experience” creati per offrire in giro per il mondo interessanti viaggi esperienziali che scaturiscano dal bicchiere, attraverso le cantine e le denominazioni provenienti dall’intero territorio regionale a narrare le eccellenze del territorio a partire dal vino in maniera armonica nei Paesi obiettivo, in Europa e non solo. Amsterdam e Parigi sono state le prime tappe che hanno già mostrato un grande interesse da parte di utenti e operatori del settore.

Con due sedi operative a Milano e Verona e 25 anni di esperienza a livello internazionale, Zed_Comm opera come agenzia di comunicazione e pubbliche relazioni. Accanto ai servizi tradizionali di ufficio stampa, relazioni esterne e consulenza pubblicitaria, l’agenzia propone forme moderne di media relation trasversali, digital PR, organizzazione di eventi e attività in co-marketing in grado di assicurare alti livelli di performance. L’esperienza maturata nel settore di riferimento con diversi clienti del mondo vitivinicolo e la sua innata versatilità fanno di Zed_Comm il partner ideale di Umbria Top per le attività di pubbliche relazioni.

Le attività di Umbria Top sono possibili grazie alla MIS 3.2 –Psr Umbria 14/20.
Si ringrazia per l’utilizzo delle immagini di ‘Umbria Wine Experience’ l’Ufficio comunicazione istituzionale della Regione Umbria.

www.umbriatopwines.it

giovedì 27 febbraio 2020

Un omaggio al Maestro nella nuova edizione Le Soste 2020 La Terrazza Gualtiero Marchesi tra i nuovi ingressi del prestigioso volume


Gualtiero Marchesi ci ha lasciato ormai da due anni, ma la sua intramontabile lezione e il suo straordinario talento vivono in un’eredità preziosa che esce dal tempo. Ecco perché, nel volume che raccoglie i più nobili ristoranti di fine dining all’italiana, non poteva mancare uno spazio che celebrasse la grandezza del Maestro. E come, se non includendo la realizzazione del suo ultimo sogno, l’apertura di un ristorante in riva al lago? La Terrazza Gualtiero Marchesi all’interno del Grand Hotel Tremezzo custodisce il privilegio di proporre, come unico luogo al mondo, una carta interamente dedicata ai piatti-icona del cuoco che ha rivoluzionato lo stile italiano nel fare cucina e accoglienza. Qui dieci anni fa ha preso forma la collaborazione tra la famiglia De Santis, proprietaria del Palace, lo storico chef Osvaldo Presazzi, il Gruppo Gualtiero Marchesi con alcuni dei suoi allievi e in particolare, negli ultimi anni, Antonio Ghilardi. E da allora, in questo suggestivo contesto Liberty, si rinnova un prodigio di freschezza, naturalezza, purezza ed eleganza che, a guardar bene, rappresenta il caposaldo di un codice culinario quanto mai contemporaneo e godibilissimo.

La Terrazza Gualtiero Marchesi
Immaginate di approdare in una terrazza romantica affacciata sulle acque scintillanti del lago di Como, con uno scorcio sul promontorio di Bellagio. E che una meravigliosa macchina del tempo vi catapulti nella mitica età dell’oro della Belle Époque. Qui, a Tremezzo, il Maestro Gualtiero Marchesi aveva fatto visita per la prima volta nel 2010 e rimase folgorato dal rituale di ospitalità coltivato dalla famiglia De Santis. Da allora rincorse il desiderio di aprire il suo ristorante lacustre e strinse una feconda cooperazione con lo chef Osvaldo Presazzi. Oggi, grazie all’impegno della Fondazione e della Accademia Gualtiero Marchesi - sotto la direzione del genero Enrico Dandolo, le ricette più illustri di Marchesi solleticano con eleganza le papille degli ospiti privilegiati. Riso e oro, Raviolo aperto, Dripping di pesce - Omaggio a Jackson Pollock, Astice e maccheroni fanno da colonna portante a una proposta coinvolgente per ingredienti eccelsi, tecniche e cotture impeccabili. Per esperienze semplicemente esclusive, impareggiabili, emozionanti.

La Terrazza Gualtiero Marchesi
Via Regina, 8
22016, Tremezzo (CO)
Tel. +39 0344 42491
gualtieromarchesi.restaurant
reservations@grandhoteltremezzo.com

Associazione Le Soste®
Via Duca degli Abruzzi, 7/A
20871 Vimercate (MB)
Tel. +39 039 6080661
lesoste.it
info@lesoste.it

Milano Suona Ancora Sabato 29 febbraio Un progetto di MIH e BASE In partnership con ZERO Milano

In questi giorni di emergenza sanitaria, a causa della diffusione del coronavirus, un’intera comunità sta affrontando uno dei momenti più complicati e difficili della sua storia. Un’intera filiera economica - quella dell’intrattenimento e della cultura - rischia il collasso.

Music Innovation Hub e BASE Milano in partnership con ZERO Milano, in risposta al tilt cittadino, lanciano Milano Suona Ancora. Una chiamata alle realtà della musica milanese per tenere alto il morale della nostra comunità, dichiarando al tempo stesso tutta l’urgenza di prendere atto dell’importanza della musica come elemento di aggregazione ed inclusione sociale, ma anche sottolineando come la crisi in corso metta a dura prova una filiera fatta di artisti, professionisti e operatori impegnati nel settore.

Una maratona di musica che mette in rete una serie di realtà per non rimanere impassibili ma, piuttosto trovare soluzioni di fronte allo stato di emergenza che la città di Milano si trova a fronteggiare in questi giorni.

Nel giorno che non ci dovrebbe essere, la festa che non si sarebbe potuta fare:
questo sabato 29 febbraio, dai canali di PØGO productions, società di produzione eventi di MIH, dalle 18 fino a tarda notte si terrà una diretta da La Capsula, box attrezzato per riprese e streaming a 360° con 60 mq di auditorium e suono immersivo 3D.
Grazie alla tecnologia si vuole offrire uno spettacolo musicale da fruire in sicurezza a casa, senza rinunciare del tutto ai contenuti su cui tante realtà hanno lavorato per mesi in vista di questo weekend di carnevale.
Partecipano
Alioscia aka BBDAI
Balera Favela
Eternal Love x Discoteca Paradiso
Fresh Prince Night
Linoleum
Masquerada
Nice club
Take it easy
Voci di periferia + Parole in fuga_freestyle
WOW ↠ La Festa Indie
(and more)     

Aderiscono
A Night Like This
Apollo
Circolo Ohibò
I Distratti
Magnolia 
Mare Culturale Urbano 
Mi Ami
Q Club
Santeria
Threes
Italian Music Festivals - Associazione
KeepOn LIVE - Associazione di Categoria Live Club e Festival italiani
Radio Raheem
Mondonero
Elita

Sabato 29 febbraio 2020
dalle 18.00 fino a tarda notte
Diretta su: pogoproductions.it
Lo streaming sarà trasmesso su Mondonero, piattaforma multimediale per musica e visual art che trasmette dalle musicROOMS di BASE.

Per arrivare preparati e mascherati, lo stesso sabato si terrà il Super Carnival Party Online di SUPER Scuola Superiore d'Arte Applicata, un grande contest di maschere per festeggiare il carnevale ambrosiano separati ma comunque insieme.
MIH e BASE Milano
Think tank, società di produzione e consulenza per le professioni musicali e le istituzioni culturali, MIH nasce all’interno dell’ecosistema creativo di BASE Milano quale un incubatore di nuovi talenti artistici che sviluppa programmi di formazione professionale, che incoraggia opportunità di networking a livello internazionale, e promuove progetti innovativi nell’ambito della produzione, della fruizione e della distribuzione musicale.
Music Innovation Hub è un’impresa sociale fondata da Giordano dell’Amore Fondazione Social Venture, Music Management Club SRL e OXA SRL, che gestisce il progetto di BASE Milano. Ubicato nell’ex complesso industriale di BASE, in zona Tortona, cuore pulsante del design, MIH è un progetto che apporta innovazione alle industrie creative.

Le musicROOMS
600 mq di spazio polivalente per il lavoro di backstage, formazione, showcase ed eventi B2B e B2C, all’interno dell’ecosistema creativo di BASE Milano. musicROOMS è il punto d’incontro per professionisti del settore musicale, artisti, produttori, ingegneri del suono, agenti, promotori e appassionati di musica.

La Capsula
Gioiello di casa delle musicROOMS, LA CAPSULA è un box attrezzato per riprese e streaming a 360° con 60 mq di auditorium e suono immersivo 3D di ultima generazione per showcase, audizioni, sessioni di ascolto e di registrazione, eventi ad inviti, workshop, fruibili in streaming. La struttura è stata progettata in collaborazione con B-BEng che ha disegnato e prodotto LA CAPSULA applicando il sistema costruttivo modulare BOXY, mentre la  tecnologia audio 3D è di INTORNO LABS, che ha concepito e realizzato ad-hoc il sistema immersivo. Lo sviluppo del modello tecnologico è a cura di Cariplo Factory.

ZERO
Dal 1996 ZERO è il magazine più letto di eventi e lifestyle. Dal 2007 è il sito di riferimento per sapere dove andare, a fare cosa e con chi. Sempre gratis, sempre in città, sia su carta che su smartphone, sempre in tasca. Ogni ora di ogni giorno di ogni mese i media di ZERO spediscono fuori casa oltre mezzo milione di giovani, con una guida per ogni città: Milano, Roma, Bologna, Venezia, Torino, Firenze, Napoli.

PERINATO SOAVE CLASSICO DOC: LA NOVITÀ IN CASA GIANNITESSARI

Il bianco cento per cento Garganega prodotto nel Cru Pigno è dedicato alle lontane origini della famiglia Tessari e al terroir dell’azienda vitivinicola di Roncà
È un’altra storia di famiglia e di territorio quella del Perinato Soave Classico DOC dell’azienda Giannitessari, così chiamato in onore e in memoria dell’antico cognome della famiglia. Come risulta infatti dalla genealogia, i primi antenati conosciuti risalgono all’inizio del ‘600 e utilizzavano il cognome Perinato. Si tratta del primo Soave Classico fermentato e affinato esclusivamente in tini da 20 ettolitri della produzione Giannitessari, che fino alla precedente annata riposava in legni piccoli. Il Perinato nasce nel Cru Pigno, caratterizzato da un sottosuolo di origine vulcanica nella zona Classica della DOC Soave. Qui, nel cuore della Valle d’Alpone in provincia di Verona, affondano le radici di Gianni Tessari e della sua azienda vitivinicola con sede a Roncà.
“È un omaggio alle nostre origini e al nostro territorio - spiega Gianni Tessari - grazie alle ricerche del professore Massimiliano Bertolazzi abbiamo scoperto che il capostipite della nostra famiglia si chiamava Bernardo Perinato. Solo a partire dal 1696, con suo nipote Stefano, la famiglia acquisisce il cognome Tessari, che in dialetto veneto significa “tessitore”. Per qualche tempo i due cognomi si alternano per fissarsi definitivamente nel XVIII secolo”.
Espressione di una grande aderenza territoriale, il Perinato di Gianni Tessari nasce dalle uve in purezza del vitigno autoctono Garganega, allevato con il tradizionale metodo della pergola veronese a 5000 viti per ettaro. Dopo la raccolta manuale, la vinificazione prevede tre ore di macerazione, la spremitura soffice degli acini, la fermentazione a temperatura controllata e affinamento in tini da 20 ettolitri per 8-10 mesi.
Il Perinato Soave Classico ha un colore giallo paglierino con riflessi dorati e si presenta al naso con aromi di frutti maturi, intensi e complessi. Al palato è ricco, con acidità ben bilanciata e notevole mineralità, con sensazioni finali di mandorla. Un vino che nel bicchiere racconta l’anima vulcanica e decisa del terroir in cui nasce e della famiglia che lo produce.
Il numero di bottiglie prodotte di Perinato Soave Classico DOC è di 8mila, vendute in enoteca al prezzo di circa 18 euro. 

WINE TRADE MONITOR 2019: L’Italia si mantiene in crescita e conquista l’ambito mercato dei giovani Pubblicata l’indagine internazionale sul mercato vinicolo condotta dal Gruppo Sopexa



Sopexa, agenzia specializzata nel Food & Drink a livello internazionale, presenta i risultati del Wine Trade Monitor 2019. Lo studio, condotto a livello internazionale in collaborazione con Wine in Paris offre un’esclusiva panoramica sui trend globali e le prospettive commerciali dei vini[1] per i prossimi anni.

“Siamo molto orgogliosi di presentare questi risultati”, spiega Matteo Lefebvre, Direttore Sopexa Italia. “Oltre ad essere riconosciuto come uno dei paesi con maggiore prospettiva di crescita nei mercati intervistati, l’Italia vanta anche il riconoscimento di produttore di vini di grande interesse per le giovani generazioni. Questo rafforza la percezione della qualità della produzione vinicola italiana che si accompagna alla volontà di evolvere e di rimanere in ascolto dei trend e delle esigenze di tutte tipologie di consumatori”, conclude Lefebvre.

Sopexa ha intervistato e raccolto le percezioni e previsioni di 984 operatori del settore tra importatori, distributori, grossisti e retailers.
Quest’anno, l’indagine comprende anche il Regno Unito e la Germania, i principali mercati mondiali per le importazioni di vino in volume, portando il numero totale dei mercati esaminati a sette: Belgio, Cina, Hong Kong, Germania, Giappone, Regno Unito e Stati Uniti.

Di seguito le principali conclusioni dello studio:

Referenze: quali vini troviamo in quali paesi?
Francia, Italia e Spagna rimangono in testa
Per gli intervistati, questi 3 paesi sono i più importanti nelle gamme di vini in tutti i sette mercati presi in esame. La Francia perde 17 punti percentuali rispetto al 2018.

Evoluzione del mercato: i professionisti del settore sono relativamente ottimisti
La maggior parte degli intervistati di Stati UnitiGermania e Giappone prevede una crescita del mercato nei prossimi due anni mentre più pessimisti sono gli operatori UK intervistati, il cui 44% prevede un calo del mercato. Per i professionisti dei rimanenti paesi presi in esame, il mercato si stabilizzerà.

Evoluzione delle vendite per il 2021
Italia e Francia si contendono ancora il primo posto in termini di potenziale di crescita, con la Francia che perde posizioni per gli intervistati di Cina, Belgio Hong Kong e Stati Uniti.
  • Secondo i professionisti della Cina vini australiani hanno delle ottime prospettive di crescita, seguiti dai vini cileni e dai vini italiani
  • In Giappone, per la prima volta, i vini locali sono destinati a vedere la maggiore crescita delle vendite. Collocati davanti ai vini francesi (36%) e ai vini italiani (24%).
  • Secondo i professionisti del commercio del vino del Regno Unito, la Brexit andrà a beneficio soprattutto dei paesi produttori di vino al di fuori dell'Europa: il 53% degli intervistati prevede una crescita per i vini cileni, il 45% per i vini australiani e il 40% per i vini argentini.
  • Negli Stati Uniti, i vini italiani stanno beneficiando dell’impatto psicologico dell’aumento dei dazi doganali sui vini francesi dello scorso ottobre. La situazione potrebbe tuttavia cambiare rapidamente.

Immagine & reputazione dei vini in base alla loro origine
  • In generale, e per il 59% dei partecipanti all’indagine, è ancora l’origine Francia che riporta la migliore performance, distanziandosi nettamente dai suoi concorrenti. Si rileva però una perdita di valore dell’immagine francese in Belgio e la sua totale assenza nel comparto dei vini considerati attraenti per i giovani.
  • L’Italia arriva al secondo posto, citata dall’11% degli intervistati. Alla produzione vinicola del Belpaese, assieme a quella dei vini australiani, si associano le migliori performance per quanto riguarda i criteri di “innovazione” e “attraenti per i giovani”.
  • Entrando nel dettaglio dell’ambita fetta di mercato che riguarda le giovani generazioni, gli intervistati collocano Italia e Australia in testa (16%), seguite da Spagna (13%), Cile e USA (entrambe 10%).

Dinamica delle categorie di vini
  • I vini biologici e biodinamici lasciano il segno
Per il 42% degli intervistati, i vini biologici e biodinamici sono la categoria di punta per i prossimi due anni, collocandosi anche davanti ai vini regionali (28%) in particolare per UK e Stati Uniti. Solo la Cina è contraria a questo trend.
  • I vini a basso tenore alcolico emergono nei due principali mercati europei
Il 35% degli intervistati in Germania e il 24% nel Regno Unito vedono un potenziale in questa categoria, che si prevede vedrà la seconda crescita più alta nei prossimi due anni.
  • Il fascino dei vini rosati si affievolisce negli USA
Dopo diversi anni di popolarità sostenuta, solo il 13% degli intervistati statunitensi si aspetta un’ulteriore crescita per la categoria.

Regioni: la gamma delle performance future
  • 4 regioni francesi leader per il vino rosso: Bordeaux, Linguadoca, Côtes du Rhône e Borgogna. Nel Regno Unito, invece, il Beaujolais è l'unica regione francese a far parte della Top 4, dove invece Mendoza in Argentina è considerata la regione da tenere d'occhio.
  • Vini bianchi: negli ultimi due anni la top 4 è rimasta invariata e dominata dai vini di Marlborough (Nuova Zelanda) e dalla Loira. Queste due regioni sono seguite da vicino, se non eguagliate (secondo il 23% degli intervistati) dalla Linguadoca, che è destinata a registrare buone performance in Belgio e Giappone, e anche dai vini della Borgogna, che sono in testa in Asia.
  • Ottime prospettive per i vini rosé della Provenza, indicata tra le prime tre regioni produttrici di rosé dal 67% degli intervistati. A seguire i rosé della Linguadoca e i vini rosati italiani.
  • Spumanti: il Prosecco domina la Top 3 in tutti i mercati presi in esame, guadagna posizioni il Cava in Giappone e Stati uniti mentre per la maggior parte degli intervistati di Germania e Regno Unito la crescerà la categoria Cremant.

Dinamica dei vitigni
A livello globale la classifica dei i 4 vitigni classici (Cabernet Sauvignon, Pinot Nero, chardonnay e Merlot) rimane stabile. Leader assoluto in tutti i mercati presi in esame, il Cabernet Sauvignon è destinato ad avere una performance particolarmente buona al di fuori dell'Europa, in particolare in Cina mentre le previsioni di crescita in Europa sono meno ambiziose.

UN’OCCASIONE PER MIGLIORARE IL PROPRIO STILE DI VITA: SETTIMANE FIT ALL’ERMITAGE BEL AIR MEDICAL HOTEL DI ABANO TERME PER UN’EQUILIBRATA DIMINUZIONE DEL PESO E PER RIDURRE I PRINCIPALI FATTORI DI RISCHIO CARDIO-VASCOLARE



Programmi di Ricerca Scientifica a prezzi speciali,
e Settimane FIT personalizzate in ogni momento dell’anno.

Dimagrire, non solo per un fattore estetico, ma anche e soprattutto per stare meglio fisicamente, riducendo contemporaneamente i fattori di rischio cardiovascolare, la prima causa di morte in Europa. E farlo in modo che i risultati durino nel tempo. L’Ermitage Bel Air Medical Hotel di Abano Terme sta facendo molto su questo fronte, attraverso programmi validati scientificamente (le Settimane FIT) con la consulenza diretta di docenti e ricercatori universitari esperti nel campo dell’alimentazione e dell’esercizio fisico. Si tratta di protocolli basati su l’integrazione di nutrizioneesercizio fisico e terme. 10 anni di intensa attività di ricerca svolta presso Ermitage confermano infatti l’integrazione positiva tra gli effetti fisiologici della fango- balneo-terapia tradizionale e il programma di allenamento e nutrizione personalizzato messo a punto dagli esperti.

Un dimagrimento equilibrato e duraturo  
Le Settimane Fit puntano al miglioramento dello stile di vita, “educando” i partecipanti a modificare le proprie abitudini quotidiane, dall’alimentazione alle attività motorie propedeutiche a mantenersi al riparo da rischi il sistema cardio-circolatorio. Il primo effetto visibile è un dimagrimento equilibrato e stabile. I prossimi appuntamenti con le Settimane FIT - Programmi di Ricerca Scientifica saranno 21 marzo – 4 aprile, 6 – 20 giugno e 24 ottobre – 7 novembre. Si potrà scegliere fra 2 programmi: quello “dolce” di una settimana e quello “intenso” di due. I partecipanti si avvarranno di servizi e condizioni esclusive. Innanzitutto la consulenza diretta del Prof. Domenico Corrado (Cardiologo e Medico sportivo dell’Università di Padova) e quella del Prof. Fulvio Ursini (Biochimico all’Università di Padova) che studieranno per ogni paziente un’alimentazione ottimizzata e un programma di allenamento cardio-fitness personalizzato con personal trainer. Sarà inoltre elaborato, con la supervisione degli specialisti in medicina termale e in riabilitazione fisica dell’Ermitage Medical Hotel, un programma individuale che avrà come obiettivo un equilibrato dimagrimento e un miglioramento oggettivo dei principali parametri fisiologici. Il tutto, con l’aggiunta di un ciclo completo di cure termali (fanghi, bagni termali ionizzati, massaggi di reazione) e di massaggio manuale drenante linfatico (Original Method Vodder) per tronco, arti superiori e arti inferiori. Per avere riscontro immediato dei risultati ottenuti, è previsto anche un check-up fisiologico pre e post trattamento, che prevede misure antropometriche, esami del sangue, misura del metabolismo basale, misura della capacità aerobica e analisi impedenziometrica della composizione corporea. Il costo del programma di 1 settimana in pensione completa è di 1.330 €, di 2 settimane 2.400 €.

Oltre che durante le Settimane della Ricerca Scientifica, si possono seguire individualmente in ogni momento dell’anno programmi personalizzati della Settimana FIT, sotto la supervisione degli specialisti e del dietologo dell’Ermitage Bel Air (Costo del programma di 1 settimana2.034 €, di 2 settimane 3.768 €).

 


• Per informazioni: Ermitage Bel Air – Medical Hotel

Via Monteortone, 50 - 35031 Abano - Teolo (PD)
Tel +39 049 8668111 - Fax +39 049 8630166

Ermitage Medical Hotel: www.medicalhotel.it
Responsabilità sociale: www.ilsognodieleonora.it